FAQ

DOCUMENTI


Devo partire per la Giordania: è necessario mettere la marca da bollo (“concessione governativa”) sul passaporto?

No. Dal 24 Giugno 2014 è stato introdotto un contributo amministrativo di € 73,50 (da acquistare sotto forma di contrassegno telematico in una rivendita di valori bollati prima di presentarsi con la documentazione nell’ufficio che rilascia i passaporti) per il rilascio del passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari a € 42,50). Contestualmente sono abolite le tasse di rilascio e quella annuale del passaporto ordinario (quindi il contributo di € 73,50 è valido fino alla scadenza del documento) , nonché quella di rilascio del passaporto collettivo (€ 2,58 per ogni componente del gruppo, esclusi i capo gruppo ed i minori di anni 10).

Per entrare in Giordania è necessario il visto?

Si, verrà effettuato direttamente all’aeroporto di Amman e, il suo costo, è già compreso nella quota di partecipazione.

Sono un cittadino straniero: mi serve il visto per entrare in Giordania?

Per i cittadini stranieri consultare l’elenco dei paesi a questo link.

Quali sono i documenti necessari per i minori?

Dal 26 giugno 2012 tutti i minori devono essere dotati di un proprio documento di identità (carta di identità / passaporto) e non è più possibile iscriverli nel passaporto dei genitori.

 

COSA METTERE IN VALIGIA


Parto per un pellegrinaggio in Giordania: che vestiti devo mettere in valigia?

In autunno/inverno (da settembre a febbraio) di giorno il clima è mite (15-25°) in buona parte del paese. Durante la notte, invece, le temperature posso scendere intorno ai 10° gradi (soprattutto a Petra e nel Wadi Rum). Se si viaggia in autunno, non può quindi mancare nel proprio bagaglio:

    • Abiti comodi (è consigliabile vestiti di cotone mentre da evitare i sintetici)
    • Pile / Felpa
    • Sciarpa
    • Copricapo / foulard per ripararsi dal sole
    • Occhiali da sole
    • Scarpe comode / da trekking
    • Giacca a vento 
    • K-way / ombrello
    • Costume 

La Giordania è un paese prevalentemente musulmano, sebbene sia garantita la libertà di fede a tutte le religioni non è appropriato indossare vestiti troppo corti o scollati. Si richiede un abbigliamento decoroso e rispettoso (gonne e pantaloni sotto il ginocchio e spalle coperte) anche per quei luoghi e santuari che visiteremo.

Devo portarmi la biancheria da camera e da bagno?

No. Le case religiose e le strutture alberghiere sono dotate di biancheria, sia per il letto, sia per il bagno.

Devo portarmi il phon?

Sì. Le case religiose, e talvolta anche gli hotel, non sono dotate di phon in stanza. È possibile richiederne uno alla reception, ma è consigliabile portarlo in valigia.

 

 

COSA ASPETTARSI A DESTINAZIONE


Sono celiaco/a: è possibile avere pasti per celiaci?

Tutte le principali compagnie aeree sono in grado di fornire pasti a bordo GLUTEN FREE. È necessario chiedere a bordo.

In Giordania la possibilità di pasti GLUTEN FREE è legata alla struttura alberghiera utilizzata. In generale, le case religiose possono – su richiesta – predisporre pasti GLUTEN FREE, ma non è in nessun modo garantita l’assenza di contaminazione da farina, non essendo dotate di una zona separata per la preparazione dei pasti. La stessa cosa vale per la maggior parte degli alberghi utilizzati. Consigliamo quindi di portare con sé alimenti GLUTEN FREE in caso ve ne sia necessità (pane e pasta).

Quali prese si usano in Giordania?

La rete elettrica è a 220 Volt CA-50 Hz e si usano prese di corrente a due poli. Le prese di corrente sono di tipo europeo. Solo in alcuni casi troverete quelle a 3 spinotti di tipo inglese. E’ consigliabile procurarsi un adattatore universale.

 

INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA


È pericoloso viaggiare in Giordania?

La Giordania è un Paese sicuro. D’altra parte, la Giordania si trova tra Paesi che fanno spesso parlare di sé, come la Siria, Israele, l’Iraq e l’Arabia Saudita. Ne consegue che la presenza di polizia e militari è altissima in tutto il Paese. I posti di blocco lungo la strada, la presenza di militari armati in tutti i luoghi del Paese, le postazioni della polizia turistica sono numerosi e frequenti un po’ ovunque. Ai check-point e in tutte le altre occasioni in cui i militari ve lo chiederanno dovrete fermarvi e mostrare i documenti.  Si tratta soltanto di controlli di routine, utili appunto per garantire la sicurezza.

Ho paura di perdere il passaporto, è meglio lasciarlo in valigia in hotel?

No. Se si viaggia nel Medio Oriente è consigliabile avere sempre con sé il passaporto ed è obbligatorio quando si viaggia nei Territori Palestinesi, dove è possibile essere sottoposti a controlli e dove è necessario mostrarlo al passaggio dei check-point di confine. È consigliabile tenerne in valigia una fotocopia da presentare alla propria ambasciata/consolato in caso di smarrimento o furto.

 

SITUAZIONE SANITARIA E VACCINAZIONI


Vado in Giordania: mi devo vaccinare?

No. Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per la Giordania. Per una maggiore sicurezza o tranquillità personale, è consigliata la vaccinazione antipolio (IPV).

Alimentazione in viaggio: le 10 regole d’oro

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato i 10 punti base per la prevenzione delle malattie trasmesse dagli alimenti:

  1. bere soltanto acqua e bevande imbottigliate e sigillate;
  2. non aggiungere ghiaccio alle bevande;
  3. frutta e verdure crude vanno consumate solo dopo averle sbucciate e lavate con acqua “sicura”;
  4. in mancanza di acqua potabile, consumarla solo dopo bollitura o con l’aggiunta di qualche disinfettante;
  5. consumare solo cibi ben cotti, ancora caldi;
  6. non consumare pesce o frutti di mare crudi o poco cotti;
  7. non mangiare carni crude: per lo stesso motivo, quando non si è sicuri, sarebbe opportuno cuocere bene la carne che non dovrebbe essere consumata “al sangue”.
  8. non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati;
  9. non acquistare generi alimentari da venditori ambulanti;
  10. curare l’igiene personale, usare acqua potabile anche per lavarsi i denti, lavarsi sempre le mani prima dei pasti e dopo l’uso dei servizi igienici: le mani vanno sempre lavate con acqua e sapone prima dei pasti, dopo l’uso dei servizi igienici, dopo il contatto diretto con persone malate, con bambini al di sotto dei 5 anni e con gli animali. Se il sapone non è disponibile si consiglia di usare disinfettanti per le mani a base di alcool.

 

TELEFONIA


Quali sono i prefissi per telefonare in Giordania?

Prefisso per l’Italia: 0039
Prefisso dall’Italia: 00962

L’intero territorio nazionale è coperto dalla rete GSM e 3G.

Funziona il mio cellulare in Giordania?

In Giordania i cellulari funzionano se il proprio operatori ha accordi con le compagnie telefoniche locali. Per saperlo, è necessario informarsi presso la propria compagnia telefonica. Le compagnie principali (Vodafone e TIM) sicuramente funzionano, ma consigliamo di informarsi sulle tariffe.

Quasi tutti gli hotel hanno il wifi, ma non sempre funziona perfettamente e a volte il segnale arriva soltanto nelle aree comuni. Nelle città non esiste wifi free, ma numerosi ristoranti e bar ne sono dotati per cui sarà sufficiente chiedere la password.

 

MONETA E FUSO ORARIO


Qual è la moneta locale in Giordania?

La valuta locale è il dinaro giordano (JOD), spesso chiamato “jaydee” (gei-di).

Il cambio è pari a 1 € = 0,80 JOD

Vado in Giordania, devo cambiare i soldi prima di partire?

No. In tutto il Medio Oriente nelle principali località e negozi accettano l’Euro o in alternativa la carta di credito nei circuiti VISA, MASTERCARD, AMERICAN EXPRESS.

Le botteghe e i negozi più piccoli preferiscono il pagamento in contanti nella valuta giordana, essenziale se volete effettuare acquisti nei tipici suk.

Utile avere monete da 1 per lacquisto di acqua sul pullman.

Qual è il fuso orario in Medio Oriente?

In Giordania bisogna considerare un’ora in più rispetto all’ora italiana.

 


Per tutte le info scrivici a
officinadelsole@thesun.it